Mustela per JP e Head&Shoulders per me

IMG_0006

Finalmente è arrivato il pacco di Privalia che tanto aspettavo. Lo apro e mi trovo davanti tutti i prodotti beauty Mustela che ho acquistato per la mia piccola Julia. Li avevo ricevuti per la nascita e mi ero trovata molto bene quindi non potevo farmi sfuggire questa occasione. Il bagno schiuma e lo shampoo sono delicati sulla pelle del bambino e lasciano una profumazione molto piacevole e non troppo forte. Il bagnodoccia lo porto in piscina e lo trovo molto comodo così non devo portarmi troppi prodotti. La cremina per il cambio pannolini non contiene il fenossietanolo ed è quindi sicura per i nostri bimbi. La cremina lenitiva per il viso la utilizzo tanto anche perché la mia piccola ha la pelle molto delicata e si irrita spesso. Il balsamo per il sonno non l’ho mai provato, vi saprò dire…

(altro…)

Un'altra me…

image

La pensi per una vita, la aspetti per nove mesi e poi la vedi crescere così velocemente che la guardi e la vedi già grande. I suoi primi passi, i suoi primi vezzi, più la osservo e più rivedo la piccola me delle foto. Non solo il viso tondo ed il carattere forte, ma anche mosse, pregi e difetti. Da me deve aver senza dubbio ereditato la passione per il bello e per gli accessori, bracciali in primis. Sono più volte che la colgo in flagrante, mentre tenta in ogni modo di mettersi i miei bracciali, di passeggiare con la borsetta tenendola come fosse un bauletto proprio come vede fare a me. (altro…)

Due esperienze così lontane e così simili

La vita è fatta anche di esperienze negative che ti toccano e ti fanno crescere, soprattutto ti insegnano ad apprezzare tutto ciò che hai. La vita è fatta anche di eventi strani, paralleli tra due mondi e due tempi di versi ma, allo stesso tempo, così simili tra loro. Il 2/1/2014, purtroppo, la mia piccolina è caduta di testa sul marmo. Aveva poco più di due mesi. Una caduta così brutta che ho temuto il peggio, quel rumore sordo e quella sensazione di impotenza li vivo ancora oggi ogni volta che ripenso a quell’istante. Temevo fosse morta e la mia disperazione mi ha paralizzata per un attimo. Durante la corsa in ospedale lei mi guardava e mi sorrideva, sembrava proprio volesse tranquillizzarmi. Fortunatamente è andata abbastanza bene, trauma cranico e sospetta frattura dell’osso della parte destra della testa. Una notte in osservazione in ospedale e siamo tornati a casa. Una notte nell’unico reparto disponibile, quello di oncologia pediatrica, con genitori di bimbi malati in maniera quasi irreversibile che cercavano di dare conforto a noi. Genitori ai quali auguro di poter vedere crescere i loro figli.

(altro…)

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: