Un'altra me…

image

La pensi per una vita, la aspetti per nove mesi e poi la vedi crescere così velocemente che la guardi e la vedi già grande. I suoi primi passi, i suoi primi vezzi, più la osservo e più rivedo la piccola me delle foto. Non solo il viso tondo ed il carattere forte, ma anche mosse, pregi e difetti. Da me deve aver senza dubbio ereditato la passione per il bello e per gli accessori, bracciali in primis. Sono più volte che la colgo in flagrante, mentre tenta in ogni modo di mettersi i miei bracciali, di passeggiare con la borsetta tenendola come fosse un bauletto proprio come vede fare a me. (altro…)

Due esperienze così lontane e così simili

La vita è fatta anche di esperienze negative che ti toccano e ti fanno crescere, soprattutto ti insegnano ad apprezzare tutto ciò che hai. La vita è fatta anche di eventi strani, paralleli tra due mondi e due tempi di versi ma, allo stesso tempo, così simili tra loro. Il 2/1/2014, purtroppo, la mia piccolina è caduta di testa sul marmo. Aveva poco più di due mesi. Una caduta così brutta che ho temuto il peggio, quel rumore sordo e quella sensazione di impotenza li vivo ancora oggi ogni volta che ripenso a quell’istante. Temevo fosse morta e la mia disperazione mi ha paralizzata per un attimo. Durante la corsa in ospedale lei mi guardava e mi sorrideva, sembrava proprio volesse tranquillizzarmi. Fortunatamente è andata abbastanza bene, trauma cranico e sospetta frattura dell’osso della parte destra della testa. Una notte in osservazione in ospedale e siamo tornati a casa. Una notte nell’unico reparto disponibile, quello di oncologia pediatrica, con genitori di bimbi malati in maniera quasi irreversibile che cercavano di dare conforto a noi. Genitori ai quali auguro di poter vedere crescere i loro figli.

(altro…)

Baby Nuoto con JP

025

Dai racconti di mia madre, la mia prima esperienza in piscina è stata attorno ai 3 anni, ma già nutrivo un buon rapporto con l’acqua. Oggi, a distanza di 30 anni, le esperienze sono cambiate ed anche le mode. Gli studi hanno dimostrato che il rapporto con l’acqua lo si ha dalla pancia e per i bambini è un ambiente naturale. Loro non hanno problemi ad andare sott’acqua, i veri problemi ce li facciamo, come sempre, noi adulti. Oggi si fanno corsi di nuoto per gestanti, si partorisce in acqua e si porta il bimbo in piscina fin dai primissimi mesi. Così non per moda, ma per continuità con un ambiente naturale, ho deciso di iscrivere mia figlia in piscina a partire dai 5 mesi. L’amore è stato totale, si diverte tantissimo, simula anche delle nuotate con tanto di bracciate, si tuffa con naturalezza e va tranquillamente sott’acqua. Certo, non mancano le volte in cui beve un pochino d’acqua, ma anche questo fa parte delle esperienze della vita.

(altro…)

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: