Tre sveglie. Avete capito bene. Non una, ma ben tre sveglie. Tre sveglie per farmi aprire un occhio. E l’altro? Ok, andrò così in cucina. Tanto il tragitto non è lungo. Devo giusto superare due porte e… caspita, una l’ho presa in pieno.

Giunta in cucina accendo la luce e, per difesa personale, chiudo anche l’altro occhio. Andiamo bene, andiamo proprio bene! Latte e caffè sul fuoco così da prepararmi un cappuccino casalingo.

Entro in bagno. Pulisco la faccia. Detergo la faccia. Pulisco in profondità la faccia. Avete presente una sana e doverosa morning routine? Ecco, cerco di togliere le impurità della notte, dei pensieri, dei sogni, degli incubi…

Torno in cucina e mi imbatto nel caffè sputacchiato su tutte le piastrelle e nel latte eruttato dal pentolino su tutto il piano cottura. Pulisco le piastrelle e il piano cottura, preparo la colazione e impreco in solitaria contro ignoti.

Intingo il biscotto nel cappuccino come faccio tutte le mattine. Sto per arrivare alla bocca e lui decide di rompersi e tuffarsi nella tazza. Non lo fa in maniera delicata, ma cospargendo cappuccino ovunque e, se dico ovunque, è ovunque.

Pulisco tutto, poi prendo il cucchiaino e… ustione! Ustione di non so quale grado, so solo che ho continuato l’imprecazione contro ignoti.

Finalmente inizio a rilassarmi, a cercare news in internet, a organizzare la giornata. E’ venerdì, il weekend è alle porte e nulla potrà rovinare questa sensazione di… domani mi sveglio quando voglio. Poi realizzo… domani iniziano i saldi. Mi devo svegliare all’alba per essere la prima dei primi.

I love shopping saldi

Inizio a scrivere la lista della perfetta “saldi shopper”

  1. Fate un giro di perlustrazione prima dell’inizio dei saldi – sicuramente già sapete cosa volete acquistare, cosa vi occorre o cosa vi piace (e volete acquistarlo solo perché bello, ma non propriamente utile). Bene, oggi andate per negozi e controllate i cartellini. E’ l’ultimo giorno prima dell’assalto, è la viglia dei saldi. Se potete scattate anche qualche foto così da avere qualcosa di certo in mano. 
  2. Pianificate la giornata – vi sembra un consiglio strano? Pensateci bene. Se non partite con le idee chiare, se non sapete ciò che volete, potreste girare a vuoto e perdere tempo prezioso. Affrontare i saldi con una strategia di attacco ai negozi è l’unico modo per avere tutto sotto controllo.
  3. Verificate che la merce in saldo sia di questa stagione – spesso, durante il periodo dei saldi, ci si imbatte in capi e prodotti degli anni precedenti. Attenzione!
  4. Presenza della doppia etichetta – i negozianti sono tenuti ad esporre il doppio prezzo (pre e post saldi). Potrebbe, però, capitare che il prezzo iniziale venga gonfiato così da arrivare al prezzo pre saldo anche durante i saldi. Anni fa avevo perso la testa per una gonna di jeans, talmente tanto da volerla acquistare immediatamente. Costava 50€ e il giorno dopo iniziavano i saldi, ho deciso così di attendere un giorno. Quando sono tornata era prezzata 70€ e scontata 55€. Addirittura 5€ in più del prezzo normale. Non avevo le prove e non ho potuto fare nulla, sarebbe stata la parola mia contro la loro. Per questo motivo ora scatto qualche foto dei prezzi di ciò che mi piacerebbe acquistare.
  5. Controllate benissimo ciò che state per acquistare – sembra un consiglio superfluo però può capitare che la gioia del momento venga rovinata da una delusione appena giunte a casa. Ok, il cambio ci deve essere anche durante i saldi, però sappiamo benissimo che sarà difficile trovare proprio quel prodotto perché potrebbe essere terminato.
  6. Vestitevi comode – no a stiletto e abiti stretti e difficili da togliersi. Si a scarpe comodissime per muoversi più velocemente tra un negozio e l’altro. Si a pantaloni larghi e morbidi così da perdere meno tempo in camerino durante le prove.
  7. Attenzione agli sconti esagerati – purtroppo non è il black friday e, soprattutto, non siamo in America. Quindi, diffidate degli sconti troppo scontati. Potrebbe trattarsi di un prodotto difettato, di un avanzo di magazzino e chissà di quale anno.
  8. Preferite i negozi di fiducia – chi lascia la strada vecchia per quella nuova sa quel che lascia, ma non sa quel che trova cita un proverbio tanto vecchio quanto saggio. Bene, questa formulina magica vale anche per gli acquisti, soprattutto per gli acquisti.
  9. Conservate lo scontrino – la legge dice che il negoziante ha l’obbligo di sostituire l’articolo difettoso. Se non è possibile effettuare il cambio del prodotto, il negoziante deve restituire l’importo. Questo entro i due mesi dall’acquisto e con lo scontrino come testimonianza (mai uscire dal negozio senza scontrino). Per quanto riguarda il buono al posto del rimborso sarete voi a decidere se accettarlo o meno.
  10. Fate un giro in internet – soprattutto se l’acquisto dei sogni fa parte di un brand famoso è possibile trovare degli sconti maggiori sul sito del brand piuttosto che nel negozio X che vende anche quel brand. In più potrete acquistare rimanendo comodamente a casa senza dover impazzire per negozi e in più sapete già se c’è disponibilità o meno del prodotto che cercate. L’acquisto in internet toglie un po’ la sensazione di sentirsi Pretty Woman per un giorno e tornare a casa piena di acquisti però…

Non mi resta che augurarvi BUONI SALDI

 

Comments

comments