Final destination is… MIAMI!!!

Siamo giunti alla conclusione di questo viaggio. Siamo giunti alla conclusione delle nostre vacanze. Siamo giunti a Miami, ultima tappa della Florida e del nostro USA ON THE ROAD 2017.

Francamente mi aspettavo una Miami diversa, più glam, più cool, più qualsiasi cosa. Abbiamo conosciuto una Miami più Rimini. Da parte mia una mega delusione.

Miami lungomare

Miami è tanta vita notturna, tanto divertimento, tanto eccesso che quando è tanto alla fine è troppo.

Miami è la giusta meta per i giovani e per gli eterni peter pan. E’ quell’isola che non c’è che, con un bel po’ di soldi, esiste e come!

Miamimare...
Miami mare.

Il mare è bello a giorni alterni. Fortunatamente sono di più i giorni positivi rispetto a quelli che “non entro in acqua”. E, sinceramente, capita di non entrare in acqua neanche nei giorni positivi per evitare qualche incontro ravvicinato con gli squali. Due giorni prima del nostro arrivo è stato avvistato uno squalo a riva. Evviva!!!

La spiaggia è larga, grande, pulita. Finalmente una spiaggia dove il tuo vicino più vicino è, comunque, lontano… adoro! E’ tutta spiaggia libera, ma allo stesso tempo attrezzata. Consiglio, vivamente, di attrezzarsi prima di toccare suolo spiaggesco. Qui si ragiona a suon di centoni.

Miami statua
Miami statua.

Lungo le strade di Miami non si incontrano cani e gatti, ma iguane, Iguane a volontà intente a godersi il sole.

Ocean Drive è la patria del puro divertimento, soprattutto dall’incrocio con la 7th in su. Locali, caos, auto tamarre, gente troppo abbronzata e poco vestita alla ricerca del giusto cocktail o del giusto rampollo. Davanti ai locali, ma sulla spiaggia, si incontrano ragazzi intenti ad allenarsi fino a notte fonda.

Anche Miami, come Los Angeles, ha la sua Muscle Beach. Sicuramente meno famosa, ma non meno affascinante. Così, tra bandiere, verticali e muscoli in bella vista, ci ritroviamo a fare da contorno tifando per la riuscita degli esercizi. Good job!

Ocean Drive non è solo caos e puro divertimento, ma anche lusso non gridato. Più si cammina verso la 1th e più si respira aria di ricchezza, quella ricercata e non pacchiana. Va beh, in alcuni casi un po’ pacchiana è stata e anche abbastanza maleducata. Ma questo è lo scotto da pagare quando si incontra chi ricco lo è diventato per interesse. Come diceva Totò, “signori si nasce”.

Miami playground
Miami playground..
Miami playground.
Miami playground...

All’incrocio tra l’Ocean Drive e la 1th, attraverso un complesso residenziale, si arriva ad un parco con un playground molto bello e ben tenuto, frequentato dai figli dei businessman distrattamente sorvegliati da mamme alla moda con la faccia da antipatiche e l’educazione lasciata chi sa dove… ah l’educazione, questa sconosciuta! Queste sono, esattamente, le persone di cui parlavo sopra. Spesso uomini ricchi si accompagnano a donne arricchite… ah, la vita!

Miami skyline
Miami tramonto

Miami è mare, ma anche palazzi. Da Miami Beach lo skyline di Miami City è veramente bello e, al tramonto, tutto si veste di una luce esclusiva, un incontro di mille colori.

Comments

comments