DSC_0005
DSC_0003

E quando scopri che Barbie è a Roma che fai, non la vai a trovare? Non potevamo certo perderci questo evento che, dopo essere passato per il MUDEC di Milano, è approdato nella capitale e sarà presente al Vittoriano fino al 30 ottobre.

DSC_0013

Una volta pagato il biglietto d’ingresso si accede, immediatamente, nel mondo di Barbie e si è subito catapultati nel lontano 1959 anno in cui la Barbie è stata creata. Ogni teca rappresenta un decennio e che ve lo dico a fare, tutte le Barbie del decennio ’80 sono state mie compagne di giochi. Purtroppo mia madre ha pensato bene di regalarle quasi tutte, per non parlare dei vestiti ed accessori. Ne avevo tantissimi, come tante erano le scarpe, gli anelli, collane, orecchini, borsette e pensare che oggi un abitino costa circa € 12.00, Barbie mi sa che devi iniziare a lavorare.

DSC_0016
DSC_0018
DSC_0028
DSC_0017
DSC_0031
DSC_0042
DSC_0029
DSC_0043
DSC_0019
DSC_0021

Ecco, queste Barbie quì sotto le avevo tutte, anche il cavallo. Anzi, vi dirò di più, non ricordo precisamente l’anno ma Babbo Natale mi regalò la carrozza con i cavalli bianchi, troppo bella.

DSC_0032
DSC_0034
DSC_0036
DSC_0037
DSC_0040
DSC_0093

La prima parte della mostra termina con la presenza delle Barbie curvy, tall e petit.

DSC_0044
DSC_0049
DSC_0069
DSC_0047
DSC_0050
DSC_0071

Si entra, poi, nel magico mondo delle Barbie di lusso, quelle strettamente legate alla moda, quelle con degli abiti talmente tanto belli, talmente tanto ben fatti che anche le fashion blogger più famose rimarrebbero affascinate.

DSC_0058
DSC_0073
DSC_0072
DSC_0078

Così, si passa dalla Barbie vestita Ralph lauren alla Barbie vestita Versace, a quelle vestite Louboutin.E non solo solo gli abiti egregiamente creati su misura, ma anche gli accessori e i capelli sapientemente tagliati o perfettamente incastrati in pettinature che sono delle vere opere d’arte.

DSC_0056
DSC_0059
DSC_0062
DSC_0079
DSC_0077
DSC_0080
DSC_0082
DSC_0083
DSC_0100
DSC_0099
DSC_0098
DSC_0097
DSC_0096
DSC_0109
DSC_0110
DSC_0111

Dopo aver fatto un giro nei vari continenti si entra nell’universo delle pellicole più famose e delle icone stile che hanno attraversato il secolo scorso. Così è facile incontrare Rossella O’Hara, Grace Kelly, Audrey Hepburn e tante altre.

DSC_0147
DSC_0148
DSC_0146
DSC_0149
DSC_0152
DSC_0154
DSC_0153
DSC_0155
DSC_0156
DSC_0161
DSC_0157
DSC_0160
DSC_0164
DSC_0163
DSC_0168
DSC_0170
DSC_0113
DSC_0169
DSC_0171
DSC_0112
DSC_0174
DSC_0175
DSC_0176
DSC_0178

DSC_0124
DSC_0122
DSC_0121
DSC_0075

Non potevano certo mancare loro, i reali d’Inghilterra, la dolce e tenera Kate che scalando scalando è riuscita a conquistare il principe coronando il suo sogno con un matrimonio da favola.

DSC_0116
DSC_0118
DSC_0117

E’ presente anche una parte ludica in cui i bambini diventano i protagonisti. Oltre a dei touch screen con i quali divertirsi a creare outfit per la Barbie i bambini hanno l’opportunità di toccare con mano il mondo di Barbie potendo dormire sul suo letto, aprire i suoi cassetti e scoprire cosa vi è dentro. Io ho trovato un ciuccio e, chissà, forse Barbie ha voglia di maternità.

DSC_0181
DSC_0140
DSC_0143
DSC_0115

Comments

comments