Dopo il giorno dei bilanci sull’anno appena trascorso arriva, inevitabilmente, il giorno dei buoni propositi sull’anno appena iniziato. Una lista di parole da spuntare che al solo pensiero mi fanno venire un’ansia. A voi no?

E’ giusto avere degli obiettivi da raggiungere, ma non vivere per raggiungere quegli obiettivi.

Vi spiego cosa intendo. Avere degli obiettivi fa bene. Personalmente mi da un’adrenalina pazzesca, del tipo mi impegno per ottenere ciò che desidero. Differente è far diventare una malattia il raggiungimento, o meglio, mancato raggiungimento dell’obiettivo.

Non poniamoci un obiettivo irraggiungibile, ma tanti piccoli obiettivi intermedi per raggiungere quello finale.

Se vogliamo perdere peso, poniamoci degli step intermedi. Il primo obiettivo non deve essere 10 kg in un mese, ma iniziamo con 2 kg in un mese. Non ci porta troppo stress, è abbastanza semplice da raggiungere e ci darà stimolo per arrivare all’obiettivo finale.

Facciamoci un bel regalo al raggiungimento dell’obiettivo finale e dei piccoli regalini al raggiungimento di ogni step intermedio.

Arrivati a quota meno 10 kg ci possiamo regalare la borsa tanto desiderata, o il paio di scarpe che tanto ci piace. Arrivati a quota meno 2 kg ci possiamo regalare quella maglietta tanto carina o quel libro che ci piacerebbe leggere. Ovvio, non dobbiamo mandare in rosso le finanze. Solo gratificarci perché, anche questo, aiuta la nostra autostima.

Esattamente un anno fa usciva il mio post sui buoni propositi per il nuovo anno. Evidentemente il 2 gennaio mi ispira. Li ho raggiunti? Alcuni si. Altri no. Altri si sono modificati durante l’anno. Capita di partire con degli obiettivi e poi cambiarli. In fin dei conti la vita è un continuo divenire e può capitare che anche le nostre idee possano cambiare con il tempo.

Per il 2018 il mio unico obiettivo si racchiude nella parola CAMBIAMENTO.

Io ho tante idee, molte delle quali geniali. No non mi sto sopravvalutando, non è proprio da me fidatevi. Chi mi conosce bene e conosce alcune delle mie idee sa che sono davvero geniali. Allo stesso tempo ho un grandissimo problema. Non le metto in pratica. Non so se è perché non ci credo fino in fondo oppure perché ho paura. E, se devo proprio essere sincera, non saprei neanche di cosa dovrei aver paura. Fatto sta che, dopo qualche tempo (mesi o anni), vedo le mie idee realizzate dagli altri i quali hanno anche successo.

Quindi, alla fine, la colpa del mio non successo è soltanto mia. In fin dei conti sono io l’artefice della mia vita, tolto il destino o chi per lui. E cosa posso fare per migliorare? Semplice, cambiare.

CAMBIAMENTO sarà l’OBIETTIVO del mio 2018.

Ovvio, non parlo di un cambiamento fine a se stesso. Intendo apporre dei micro cambiamenti nella mia quotidianità, nel mio stile di vita. No, non inizierò a fumare o bere. Scordatevelo. Per stile di vita intendo eliminare una taglia, mangiare sano, prendermi cura della pelle e dei capelli. fare sport. Non morire in ufficio e dedicare più tempo a me stessa e alla mia famiglia. Migliorare il blog nella forma e nei contenuti. Essere più presente, qualitativamente, sulla pagina Facebook di Tale Madre Tale Figlia. Creare tutorial sempre più coinvolgenti, proprio come questo video sulla realizzazione dell’armadio per la Barbie, sul mio canale YouTube Barbie Lifestyle Tutorial. Fare uscire dei video simpatici e, come sempre, veri sul mio canale YouTube personale. Nota dolente è Instagram. Sono ferma alla stessa cifra da secoli. Se sapete consigliarmi vi ringrazio.

Come vedete mi sono posta un grande obiettivo finale con tanti piccoli obiettivi intermedi. Ovviamente la parola CAMBIAMENTO andrà a braccetto con la parola QUALITÀ’.

E i vostri buoni propositi per il 2018 quali sono? Scrivetene anche uno soltanto perché focalizzare l’obiettivo ne aiuta il raggiungimento.

immagini-buon-anno

 

Comments

comments