Tag: Mamma

Scusa, ma ti chiamo MAMMA

1070063_410782502375516_1567084851_n

Avevo 18 anni quando ho deciso che sarei diventata mamma, ma non una delle tante mamme, io volevo diventare mamma di TE. Ho sempre avuto le idee chiare su tutto e tutti e tu non potevi, certamente, sfuggire al mio radar sensoriale ipergalattico che non sbaglia mai. (altro…)

L’era della mamm”A”social

Mamma chioccia
Mamma lavoratrice
mamma social

25 anni fa Tim Berners-Lee ha dato vita all’era del web coniando il nome World Wide Web e pubblicando il primo sito al mondo presso il CERN. In questi 25 anni il mondo del web è cambiato notevolmente, ma come è cambiata la mamma in questo periodo? (altro…)

E' più semplice fare la mamma che usare excel

Ai tempi della vita 2.0 mi sto rendendo conto che è molto più semplice fare la mamma che usare excel. Sarebbe semplicissimo anche usare excel se qualcuno te lo spiegasse. “Fai con il pivot”… cioè? devo chiamare un giocatore di basket?!? Devo girare su me stessa mentre apro excel?!?!?! Apro internet e cerco pivot… mmmm, interessante. Un fiume di termini tecnici che tutto fanno tranne che agevolarmi l’esistenza. Apro un’altra schermata per cercare di capire i vari termini, ne apro un’altra ancora per capire la seconda schermata e poi mi ritrovo con circa 15 pagine aperte di internet ed io che le fisso con gli occhi a forma di punti interrogativi. Bene, chiudo tutto, mi guardo attorno, guardo i miei fogli di carta con appunti sparsi e tanti disegni che, ad essere sincera, mi vengono decisamente meglio. Decido di chiedere aiuto alle altre. (altro…)

Storia di una Mamma angelo

Oggi voglio dedicare il mio momento scrittura ad una storia bellissima, piena d’amore, che avrebbe dovuto avere molta più notorietà. Da quando Julia è diventata la regina del telecomando il tg non compare più nelle nostre tv, ma una buffa faccina rosa ci fa sempre compagnia perché se Peppa non è con te a colazione, pranzo e cena che vita è. Tutte le mattine esco di casa senza sapere cosa succede nel mondo e forse è anche un bene perché come arrivo in ufficio ed avvio internet si apre la pagina iniziale di msn ed inizia la tragedia…. mamma uccide la figlia, bimbo di un anno ucciso dal papà, donna uccisa dall’ex marito, etc etc… Sembra che senza brutte notizie non si possa fare soldi, così tutti (giornali e telegiornali) fanno a gara per dare quante più informazioni possibili su delitti, incidenti, attentati. Diciamo che, alla fine, sono quasi contenta di dover vedere Rai Yoyo dalla mattina alla sera. Poi apro facebook e vedo una notizia buttata là, leggo meglio l’articolo e penso… le belle notizie non piacciono perché non fanno arricchire le tasche, ma solo gli animi di chi ancora crede nel bene.

(altro…)

E poi arrivi tu

julia-marrom-rosa-prateleira-med-especia

Quando ero piccola mi piaceva fantasticare insieme alla mia amica sul mio futuro e la conclusione era sempre la stessa… trentenne, donna in carriera, madre di due splendide creature e moglie felice. Nel corso del tempo ho dovuto rivedere alcuni lati di questo fantastico futuro ed oggi la trentacinquenne che vi scrive non è sposata, non è una donna in carriera, ma è la madre più felice del mondo. Alcuni giorni anche un po’ stanca dovendo vivere in perfetto equilibrio tra famiglia, casa, lavoro ed un’apparente vita privata.

(altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: