Ai tempi della vita 2.0 mi sto rendendo conto che è molto più semplice fare la mamma che usare excel. Sarebbe semplicissimo anche usare excel se qualcuno te lo spiegasse. “Fai con il pivot”… cioè? devo chiamare un giocatore di basket?!? Devo girare su me stessa mentre apro excel?!?!?! Apro internet e cerco pivot… mmmm, interessante. Un fiume di termini tecnici che tutto fanno tranne che agevolarmi l’esistenza. Apro un’altra schermata per cercare di capire i vari termini, ne apro un’altra ancora per capire la seconda schermata e poi mi ritrovo con circa 15 pagine aperte di internet ed io che le fisso con gli occhi a forma di punti interrogativi. Bene, chiudo tutto, mi guardo attorno, guardo i miei fogli di carta con appunti sparsi e tanti disegni che, ad essere sincera, mi vengono decisamente meglio. Decido di chiedere aiuto alle altre. Chi sta come me se non peggio mi guarda come per dire stai scherzando e chi sa mi risponde “La devi saper usare oppure impari sbagliando. Altrimenti vai su internet”. Perfetto, grazie dei consigli veramente molto preziosi. Diciamo che se chiedo aiuto forse è perché non la so usare, se sbaglio mi riempite di mail facendomi sentire stupida e su internet sono già stata. La giornata prosegue con un forte mal di testa che mi fa compagnia per tutto il pomeriggio. Sbrigo altre pratiche lavorative e poi, come un fulmine, raggiungo casa in metro. Preparo immediatamente l’impasto per le crepes e mi concedo una piacevolissima doccia rilassante. Finalmente sento aprire la porta di casa ed una vocina dolcissima chiamare “MAMMA, MAMMA, MAMMMAAAAA!”. Come un terremoto irrompe in bagno spalancando la porta e si getta tra le mia braccia riempiendomi di bacini. La prendo in braccio, mettiamo la musica ed iniziamo a ballare, le piace tanto fare i giri e, ad essere sincera, piace tanto anche anche a me perché, in fin dei conti, questi sono i pivot migliori del mondo…

Comments

comments