image

Da qualche parte su internet ho letto il termine womam, l’unione tra la parola woman e la parola mum italianizzata in mam. Mi è subito piaciuto questo termine perché in fondo è proprio così, arriva un punto nella nostra vita in cui il ruolo di mamma tende ad assorbire completamente le nostre giornate, ma rimane comunque la voglia di essere donna. Prima lo shopping era tutto per noi, giornate interminabili con le amiche nei centri commerciali per acquistare trucchi, vestiti e scarpe. E poi inizia il baby shopping ed iniziamo a sognare ed immaginare i nostri piccoli vestiti stilosi o casual o sportivi. A volte però può capitare di rimpiangere quei momenti con le amiche in cui si parla di tutto, in cui le sane risate la fanno da padrona. Non avrei mai immaginato di rivivere una serata tra ragazze con delle nuove amiche conosciute casualmente su facebook. Ragazze e mamme del mio quartiere e così, tra una chiacchierata e l’altra, abbiamo deciso di incontrarci per un aperitivo. Per una sera i poveri papà si sono trovati a rivestire un po’ il nostro ruolo mentre noi ci siamo divertite mangiando e brindando al Brilò, locale che non eccelle in simpatia ma che dal punto di vista gastronomico non ci ha lasciate deluse. Ho conosciuto mamme romane come me, mamme di altre regioni, mamme di altre nazioni, mamme cuoche, mamme super attive, mamme con scelte da prendere. Un gruppo variegato, ma molto organizzato. In fin dei conti noi donne siamo così, dolcemente complicate, sempre più emozionate, delicate, ma potrai trovarci ancora quì… image image image image

Comments

comments