E’ arrivato anche giugno. Il mese dell’estate, della fine della scuola, degli abitini leggeri, delle scarpe aperte, dei tuffi al mare, dei capelli schiariti dal sole, dell’abbronzatura naturale, delle granite, degli aperitivi sulla spiaggia e delle tanto meritate vacanze. Da quando è nata Julia non andiamo più al mare nel weekend, troppo sbattimento. Nelle ore calde è preferibile non andare in giro, Julia dorme e io mi annoio. E allora cosa posso fare? Navigare in internet in cerca della qualunque.

Dalla ricerca del nulla è nata l’idea della TO DO Summer Edition 2017. Del tipo, senza queste cose non potrai vivere l’estate. Se non ce l’hai non sei nessuno. Se non lo fai non sei nessuno.

to do summer edition 2017

1. BEAUTY INFLUENCER

Terminata l’era della fashion blogger e/o fashion influencer, ecco arrivata l’era della beauty influencer. Instagram , Facebook e Pinterest sono orami monotematici: uscite di casa vestite demm, ma mai struccate. Anche chi fino a ieri si truccava con gli ombretti delle Winx, oggi mastica nomi come Urban Decay, Benefit Cosmetics, Make Up Forever, Too Faced e Kat Von D, per non dimenticare Smashbox e Becca (last but not least). Addio Shiseido, Lancome, Guerlain, Chanel and Co., sono da vecchie. Ah, comunque io acquisto ancora queste marche e non voglio commenti sull’età. Così, mentre il mascara è rigorosamente Better than sex, le sopracciglia devono essere marcate. Addio arco sottile e benvenuto effetto Murky Cupo di Iridella. Ora basta uscire da Uomini e Donne e si diventa ad honorem beauty influencer dispensando consigli in video che fanno accapponare la pelle alle vere beauty influencer, quelle che hanno studiato per intenderci.

2. LIBRO/CORSO

Oggi le blogger non scrivono più in internet, ma pubblicano libri. Ho pensato anche io di scrivere un libro, ma poi mi sono ricordata che come blogger mi leggo solo io e ci ho ripensato. Boh, magari quando tutte smetteranno di scrivere libri, forse scriverò il mio. Oggi per essere definita blogger devi fare altro. Non va più di moda scrivere i caxxi propri sul web. Rispolverate i vecchi diari segreti amiche mie, la carta torna di moda. Ma oggi non c’è solo chi scrive libri, c’è anche chi propina corsi. Corsi su come diventare blogger, su come guadagnare con il blog etc etc… Come no, la premessa è che tu fai il corso perché avere un blog non ti fa più mangiare e poi vuoi essere pagata per insegnarmi come morire di fame? Ah beh, devo essere proprio scema se accetto. Ok, ho accettato e ho partecipato a un corso, forse due. Va beh, invece che devolvere l’8×1000 a non so chi, l’ho devoluto in corsi. In fin dei conti bisogna tenere la mente allenata. Comunque vi do una dritta… organizzate un corso su come organizzare i corsi, successo assicurato.

3. ANNI 90

Per anni l’estate è stata il revival degli anni 70. Pantaloni a zampa, zeppe, camicie bianche o dai toni pastello, capelli lunghi e lisci stile figlia dei fiori. Dimenticate tutto questo. Sono tornati gli anni 90, standing ovation! E quindi cosa significa? Boh, io negli anni ’90 mi vestivo alla Onyx, ma credo che nel frattempo non esista più. Sfoglio le riviste e mi sembra di rivedere Brandon con i suoi occhialetti tondi (ve li ricordate?). Li avevo anche io, forse li ho ancora da qualche parte. Chissà, magari vi stupisco con effetti speciali e vi posto una bella foto dell’epoca. Dimenticate il viso acqua e sapone delle hippie, oggi il trucco è fluo. Anche con i giochi c’è un tuffo nel passato. Crystalbal, hula hoop, paciocchini e i mitici  pattini a rotelle non in linea. Finalmente sono tornata a pattinare sulla pista della Villa, io ancora con lo stile degli anni 90 insieme a miliardi di bambini bravissimi. Eh sì, sono caduta.

4. INSTAGRAM

Che mister Facebook fosse la gallina dalle uova d’oro, il re Mida che quello che tocca diventa oro lo sapevamo già. Insomma, quando arriva lui il successo è assicurato. Ha acquistato Instagram, l’ha trasformato in una brutta copia di Snapchat e ha decretato la fine di quest’ultimo. Adesso ditelo anche a lui che ha copiato come avete fatto con Fedez. Sapete cosa vi risponderebbe? Per voi ho copiato, per me ho vinto. E che vi devo dire? Ha ragione lui. A me piaceva Snapchat, ma ormai ce l’ho solo io e a giocare da sola mi annoio. Quindi mi sa che devo migrare totalmente su Instagram, ma prima voglio li filtri anche io. Zuck perché i filtri a me no?

5. DESPACITO

Sicuramente dovrebbe stare al primo posto. Ma anche al secondo, terzo e quarto.Sono giorni, settimane che la cantiamo, la balliamo, la ascoltiamo alla radio. Abbiamo visto il video almeno una volta e almeno una volta abbiamo rosicato per la bellezza di quella ragazza. Altro che Belen! E ora che inizia la stagione degli aperitivi sulla sabbia, dei balli sfrenati aspettando l’alba, delle notti folli osservando la luna, beh proprio ora non possiamo stancarci di Despacito. Sicuro sarà il tormentone dell’estate e vai di colonna sonora dei video che a settembre riempiranno YouTube, e vai con la suoneria nei cellulari, e vai che ci ha già rotto i maroni, no?!

Comments

comments